Nuovo Ponte della Colombiera l’apertura slitta a maggio

Servizio Fotografico di VINCENZO GAMBINO

Vincenzo 1

Vincenzo 2

Vincenzo 3

Vincenzo 4

Vincenzo 6

Presentato il rendering della struttura che toglierà Bocca di Magra e Fiumaretta dall’isolamento l’arcata centrale potrà essere sollevata per consentire il passaggio delle imbarcazioni più grandi

AMEGLIA. Prende forma il nuovo ponte della Colombiera in (ri)costruzione sul Magra dopo il crollo del 25 ottobre 2011. Cominciano a delinearsi meglio i contorni tecnici della struttura tanto attesa nel territorio amegliese, letteralmente spaccato in due.

Intanto i costi: si tratta di un’opera da 2,3 milioni di euro. Da quello che si evince dal rendering si tratterà di una struttura a tre campate, di luce pari a circa 50 metri ciascuna. Le strutture verticali sono costituite da due spalle, già in precedenza esistenti ma consolidate in maniera tale da essere adeguate ai carichi del nuovo impalcato e alla normativa antisismica, e da due pile in alveo, costituite ognuna da quattro pali di grande diametro posti in linea. La campata centrale del ponte, è apribile, in modo da consentire il passaggio di imbarcazioni di qualsiasi altezza, se necessario; per le imbarcazioni fino a 7 metri di altezza invece, il passaggio è possibile al di sotto della nuova struttura in corso di realizzazione.

L’impalcato è metallico, in acciaio “corten”, di tipo a piastra ortotropa e la sezione stradale è organizzata in modo da ospitare una corsia per ogni senso di marcia ed una pista ciclopedonale sul lato valle.

«Attualmente – ha precisato l’assessore regionale alle infrastrutture, la spezzina Raffaella Paita – sono in corso i lavori di adeguamento delle due rampe esistenti, che devono essere leggermente allargate, per ospitare una sezione pari a quella del nuovo impalcato e abbassate di quota, poiché per il montaggio dell’impalcato provvisorio, utilizzato la scorsa estate e smontato tra novembre e dicembre 2012, era stato necessario un rialzamento delle stesse. A partire dalla metà di marzo verranno portati in cantiere i vari conci dell’impalcato, che verranno assemblati sul posto e a seguire saranno effettuate le lavorazioni necessarie per completare il meccanismo di apertura della campata centrale dell’impalcato».

In pratica si sta facendo il possibile per aprire prima di Pasqua, una corsa contro il tempo. Fiducioso anche il sindaco Umberto Galazzo: «Il ponte è fondamentale per il nostro territorio e sono convinto che verranno rispettati i tempi».

Sul cartello che campeggia al limitare del ponte in costruzione, la fine dei lavori è datata 22 maggio 2013

IL TIRRENO

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...