SCENA DA GIUDIZIO UNIVERSALE

Da Repubblica.it

E’ vero che lo chiamano Golfo dei Poeti, ma un arcobaleno così sembra davvero troppo, perfino per un’insenatura storicamente identificata da nome tanto impegnativo. Evento davvero non comune, neanche in un’area, il Golfo della Spezia, nota per la sua alta piovosità. Ma il dato in millimetri annui può essere fallace, almeno per chi associa precipitazioni abbondanti a cieli perennemente grigi, alla londinese per intendersi: in questo caso siamo infatti di fronte a un microclima che mescola pioggia e sereno, luce e ombra: ideale, in altre parole per offrire fenomeni come quello qui riprodotto. Le foto sono state scattate ieri sera, tra le 18 e le 18.15 circa, dalla strada panoramica che dal capoluogo ligure porta alle Cinque Terre. In un lunedì di bassa stagione, reso ancor più deserto dal meteo avverso che nel fine settimana aveva tenuto lontano il turismo pendolare in arrivo dal Nord, i pochi viandanti di ritorno da Manarola e Riomaggiore – dove oltretutto il tempo si era miracolosamente raddrizzato – hanno beneficiato di uno spettacolo extra. L’iride, o, se si preferisce, il “piede” di un arcobaleno che avrebbe avuto un raggio immenso, sembrava spesso, consistente, quasi fosse composto da materia solida: e la colorazione era particolarmente intensa. A un certo punto ha avvolto una delle navi alla rada nel porto spezzino, in uno scenario che rievocava il Giudizio Universale di molti dipinti rinascimentali. Il tutto è durato (almeno) quindici minuti, con gli automobilisti di passaggio fermi ad ogni possibile piazzola a scattare immagini ricordo e selfie. Per la cronaca, la scena è veritiera, non ci sono postproduzioni, fatti salvi un modesto “raffreddamento” (200-250 gradi kelvin) della temperatura colore e la conversione di tutti i file raw, scattati in programma “neutro” a saturazione media e contrasto minimo, in jpeg “tarati” sul programma paesaggio in dotazione alle 2 fotocamere impiegate, a saturazione massima e contrasto medio-medioalto. Le due reflex digitali full frame erano equipaggiate rispettivamente con un 85 mm f/1.4 e un 200 mm f/2 (foto e testo di Arturo Cocchi)

12345678910

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...