8/3 Delicata come la donna

è arrivata la primavera: Viola odorata L.
Foto Paolo Poggi

             Sogno di una notte di mezza estate

 E l'imperiale sacerdotessa potè proseguire indisturbata,
      intrattenendo le sue verginali meditazioni, 
        senza sentire risvegliarsi in lei 
         alcun sentimento d'amore. 
         Pure non mi sfuggì il punto 
       dove andò a cadere il dardo di cupido: 
   ed esso cadde su un piccolo fiore dell'occidente, 
        che prima era bianco come il latte,
         ed ora è invece tutto vermiglio
           per la sua ferita d'amore: 
          e le fanciulle lo chiamano
             viola del pensiero.

                       William Shakespeare

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...